Siamo ricercatori, insomma!

Errepiù (R+) è il simbolo di rinforzo positivo.

Il rinforzo positivo è una conseguenza delle nostre azioni che ne determina l’aumento, in termini di frequenza futura.

E’ il motore di tutto l’apprendimento umano e il principio che sta dietro le più efficaci strategie d’insegnamento.
E’ un termine che appartiene al campo della psicologia comportamentista, specificamente all’ Applied Beaviour Analysis, la branca applicata della disciplina, che si occupa di osservare il comportamento umano al fine di aiutare le persone a imparare e migliorare.

In Italia mancano Istituti di Ricerca, Laboratori, percorsi di Dottorato e cattedre universitarie in ABA, ma ci sono ricercatori che portano avanti la conoscenza della materia, clinici che, attraverso pratica ed esperienza, potrebbero offrire spunti importanti per migliorarne l’implementazione, nonché individui che per lavoro o per esigenze familiari, ne hanno approfondito lo studio fino a padroneggiarne il linguaggio e la metodologia.

Questi sono i collaboratori di Errepiù: persone che hanno deciso di dedicare una parte del proprio tempo libero a condividere i loro saperi in un Fab Lab.
Lo scopo? Crescere, imparare, sorprendersi, mantenersi umili osservando le grandezze altrui e osservare la propria professione dal punto di vista di altri, così da generare nuove domande sperimentali e critiche costruttive.

ABA è divulgata come una terapia per l’autismo, in Italia, e sfruttata per moltiplicare corsi di formazione che danno titoli ancora non “ufficiali”, mai realmente normati a livello nazionale, dal significato ambiguo, confusi e confondenti: c’è molto da fare!

Errepiù mette in contatto chi desidera imparare a fare ricerca utilizzando la metodologia dell’ABA, scambiare in maniera costruttiva pensieri e critiche rispetto alla pratica clinica, riflettere insieme sui bisogni del territorio e su come la scienza possa offrire risposte pratiche che siano finalmente recepite dagli enti sanitari, scolastici e sociali.

L’isolamento professionale genera mostri anche nei settori in cui l’approccio alla professione è “evidence-based”: comunicando ci si protegge dall’invischiamento, dal burn-out e, soprattutto, si sta al riparo dalla creazione di teorie personali e dall’autocelebrazione: riconoscendo questi bisogni in me stessa e ritrovandoli in molti colleghi, ho fondato il Fab-Lab Errepiù.

Spero che diventi per molti un contenitore di nuove idee, per altri un luogo virtuale di relazioni utili nella vita reale e per alcuni una ripartenza, nella fase della carriera in cui, proprio perché finalmente sai, allora sai di non sapere.

Qui non ci interessa dove avete fatto il master, con chi, “di che scuola siete”. Per scelta rifiutiamo le dinamiche competitive e di bassa colleganza (inter e intra professionale!) che ci hanno lasciato in eredità i nostri maestri. Errepiù nasce per aiutare orizzontalmente chi ne fa parte e verticalmente chi ha bisogno della competenza di un analista del comportamento per la vita, il lavoro, l’apprendimento.

Abbiamo una metodologia per studiare se quel che facciamo funziona, e non abbiamo paura di usarla (e magari di scoprire che ci sbagliavamo)!.

Scrivi un Comments